Quello che manca ai Grillini

Incontro dei Grillini
Incontro dei Grillini della settimana scorsa

Ho visto la scena dei parlamentari e senatori grillini uscire dall’agriturismo, dopo l’incontro di Grillo. E ho provato pena. Sguardi bassi, sorrisi tirati, la modestia dell’umiliato e non dell’umile.

Certo, ricordo la tracotanza di tanti onorevoli che si sentivano dio e per carità, nessuna nostalgia.

Ma una via di mezzo? Non la superbia ma neppure la nullità.

Cercasi uomini e donne liberi, coscienti di sé  del proprio ruolo, della propria vocazione, del proprio valore insieme alla certezza della temporaneità del loro servizio.

Per una traduzione più precisa di tutto questo, cercate nella storia: i grandi uomini, veri maestri di fede e di umanità, come De Gasperi, Marvelli, Bachelet, nella loro laicità spesa per il bene comune, erano proprio così.

Un commento su “Quello che manca ai Grillini”

  1. hai presente la scena del film Australia dove mandrie di buoi sono incolonnati tra due ali di steccati, privi di libertà? Ecco a me hanno dato quell’impressione: tanta energia e forza sbandierata, per poi piegare la testa a tutto ciò che viene dall’unico uomo, che sembra la pensi sempre giusta!

E tu che ne pensi?